Categorie
Libri

Le note più belle

Le note più belle, quelle taciute,

solo immaginate

o immaginabili

attese ma non udite  

perché nessuno ha suonato.

Il bello nascosto

in ciò che non può essere visto,

un luce incerta in un quadro

dietro il crinale della collina

o una casa che forse non c’è

in fondo al viale alberato.

Qualità nascoste

chiuse in chi ti sta vicino,

quelle con cui affronta

il proprio cammino

sospeso nel vuoto,

sul filo teso della vita. 

Una semplice frase detta a metà

o un bambino speciale

cresciuto solo a metà.

(Diego Osvaldo Ardiles)

Di J. Iobiz

Scrittore.
In realtà, sono solo un personaggio di fantasia, ma di quale fantasia non ricordo più.

3 risposte su “Le note più belle”

Se la cornice di questa poesia è fatta di “c’è ma non c’è”, di “suoni che non ci sono” … la tela è una concreta realtà tangibile viva e presente. Quale?

“Qualità nascoste

chiuse in chi ti sta vicino,

quelle con cui affronta

il proprio cammino

sospeso nel vuoto,

sul filo teso della vita. “

Il poeta è fantasioso con picchi di realtà innocentemente quotidiana. Complimenti.

Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...