Andiamo a casa, Martin (Incipit)

Jakob Iobiz

(Incipit del racconto “Andiamo a casa, Martin” che fa parte della raccolta “Di Maremma e dintorni”)

Martin guardava fuori dal finestrino e intanto si sorreggeva con una mano alla maniglia sopra lo sportello tentando così di rimanere il più possibile indenne dalle scosse che facevano oscillare da una parte e dall’altra l’auto, mentre affrontava gli stretti tornanti che salivano verso la sommità della collina.

Non avrebbe saputo dire da quanto tempo non tornava a casa, non riusciva più a ricordarlo. Rammentava ancora bene però il suo paese, la collina dove esso sorgeva, i suoi genitori, la sua famiglia e il nonno Martino da cui aveva preso il nome, anche se tutti in realtà lo chiamavano Martin per distinguerlo dal vecchio. Quando il treno era arrivato ai piedi della collina dove abitavano i suoi genitori, Martin era sceso alla piccola stazione e aveva proseguito in autobus. Mentre questo saliva lungo i…

View original post 71 altre parole

Il cuore non ha pace

Jakob Iobiz

Poesia dedicata all’ennesima, inutile, tragica e disumana carneficina in Palestina.

Il cuore non ha pace,

la terra neppure,

io nemmeno.

La guerra non ha pace

e non ha più voce

il milite ignoto

né l’ignoto civile

e ignudo è rimasto

anche il bambino,

figlio di nessuno.

Quale incenso arriva

tra questi morti ammazzati

e chi di loro ha adesso

un posto nella moschea,

in sinagoga o in cattedrale?

E dov’è il mio posto,

in quale fila di fuoco posso leggere il Vangelo?

E dove, questa sera di fuoco,

lo avrebbe annunciato Lui?

Diego Osvaldo Ardiles

View original post

In che modo Jakob Iobiz ha eliminato il suo autore (Incipit)

Jakob Iobiz

Mi chiamo Monica Boreca e sono la compagna dell’autore che ha creato, insieme a molti altri, anche il personaggio di nome Jakob Iobiz. Non chiedetemi se sono reale oppure no; per convenzione, qui tutto è finzione e solo le parole scritte sono realtà.

Mi trovo qui per raccontare quello che è accaduto una notte di qualche tempo fa. Me lo ha chiesto Jakob, e non solo lui.

L’autore, che chiamerò semplicemente Autore, era seduto di fronte al suo computer; la bottiglia di whisky era quasi finita e doveva per forza uscire a comprane un’altra, almeno di non rimanere il resto della notte senza bere rinunciando così all’unico aiuto di cui disponeva per sciogliere il fastidioso dilemma che lo stava assillando.

(Incipit del racconto dal titolo “In che modo Jakob Iobiz ha eliminato il suo autore” compreso nella raccolta “Di Maremma e dintorni”)

https://www.amazon.it/s?k=jakob+iobiz&i=stripbooks&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref=nb_sb_noss

View original post

L’innamorata (incipit)

Jakob Iobiz

Questo è l’incipit del racconto “L’innamorata” che fa parte della raccolta “Di Maremma e dintorni”.

Arrivata all’ufficio postale, Giulia, aveva chiuso la lettera dentro la busta e la busta nella cassetta. Quindi aveva chiuso la giacca, le mani nelle tasche della giacca, e infine se stessa dentro l’autobus per fare ritorno a casa. In quel preciso momento era proprio tutto chiuso, anche il bar per turno di riposo e il cielo, almeno fino a quando il vento non si alzò, forse perché si annoiava o forse perché da seduto non arrivava bene a far sventolare la bandiera issata in alto sul pennone dell’ufficio postale.

View original post

Buona lettura!

Jakob Iobiz

Il mio libro “Di Maremma e dintorni” contiene questi racconti:

RACCONTO DI MAREMMA

BOMBER

L’INNAMORATA

PICCOLA STORIA DI UN VECCHIO SEDUTO SU UNA PANCHINA

LE RÉFUGIÉ

IL NONNO CON GLI OCCHIALI DA SOLE

BEATI GLI ULTIMI

AI PASCOLI ALTI

GIORNO DI RIPOSO

ANDIAMO A CASA, MARTIN

IRRUZIONE AL CASTELLO

IL FARO DI COLLINA ISOLA

IN CHE MODO JAKOB IOBIZ HA ELIMINATO IL SUO AUTORE Buona lettura!

View original post