Categorie
Libri

Umana marea

J. Iobiz

Città molteplice, profusa e confusa,

città vuota, convulsa e fiacca,

città mista, triste e stanca,

invasa e maltrattata,

enorme città.

Sento dormire dentro i tuoi recinti

le case dagli occhi vuoti,

i giardini e gli alberi spenti.

Respiro un dialogo muto

tra una finestra e il porto

mentre l’umana marea cancella

le orme dei suoi passi più vecchi.

Diego O. Ardiles

View original post

Di J. Iobiz

Scrittore.
In realtà, sono solo un personaggio di fantasia, ma di quale fantasia non ricordo più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...