Come mi sono liberato del mio autore (fine)

Jakob Iobiz

Photo by Josh Hild on Pexels.com

[Il finale, appena arrivato da Monica Boreca]

A questo punto rimaneva solo Jakob. Non è stato difficile localizzare in quale palazzo si era rifugiato a fare l’eremita. Una volta individuato l’Autore lo ha raggiunto salendo fino all’ultimo piano dell’edificio. Da lì ha seguito le indicazioni per i depositi dell’acqua ed è sbarcato su una terrazza posta sul tetto dell’edificio. Jakob era sdraiato in un angolo e sembrava che dormisse. L’Autore non voleva interrompere il suo sonno. La serata era piuttosto nuvolosa e il cielo si era abbassato fino quasi a farsi toccare con una mano. Giù dalla stradaarrivavano odori e rumori indistinti mescolati in un caos che non aveva niente di piacevole. All’Autore è venuto in mente di affacciarsi a guardare giù ma si è dovuto fermare perché ha iniziato a girargli la testa. Arretrando deve aver compiuto un movimento maldestro, è inciampato in…

View original post 482 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...