BASTA CON QUESTA STUPIDA RETORICA DELLA GUERRA!

Non abbiamo bisogno di eroi e di figli morti in guerra. Abbiamo bisogno di governanti che cerchino a tutti i costi la pace. Si è riusciti a trasformare una guerra locale in una guerra che coinvolge un’intera nazione, e ora c’è chi soffia sul fuoco perché il conflitto si allarghi sempre più. Per questo motivo siamo costretti a vedere, e a pagare, una nuova corsa scellerata all’aumento degli armamenti.

Vogliamo davvero che i nostri figli muoiano per il Donbass e l’Ucraina? O piuttosto avremmo dovuto non farla neppure iniziare questa guerra e adesso che è iniziata almeno non propiziarne il prolungamento con l’invio di armi, la propaganda, l’esaltazione di spiriti nazionalistici dai quali non è lecito aspettarsi niente di buono? Siamo sicuri che sia la strada giusta quella di spingere sulla caduta di Putin? E dopo, se veramente questo dovesse accadere, e arriveranno altri come lui o, ancora peggio, una destabilizzazione della Russia, saremo soddisfatti?

Siamo sicuri che Zelensky sia pienamente consapevole del ruolo che ricopre e che rappresenti veramente lo spirito del suo popolo? Ieri sera, in un bel servizio di Francesca Mannocchi a Propaganda Live, sono stati intervistati alcuni cittadini ucraini che abitano nelle zone dove c’è la guerra: una donna ha detto che con questa guerra loro non c’entrano niente. Subito è stata redarguita da una giovane connazionale seduta al caldo nello studio televisivo. Non va bene.

Dobbiamo essere consapevoli che viviamo in un momento in cui non è possibile avere notizie verificate e che siamo continuamente sottoposti a immagini, commenti e informazioni che sono solo frutto di propaganda. In guerra funziona così. Gli inviati RAI girano i loro servizi dagli alberghi o da luoghi esterni controllati e imposti dall’autorità ucraine, non hanno certo la libertà di muoversi e fare riprese e, ogni tanto, lo dicono. Non potrebbe essere altrimenti. In Russia sembra che Putin abbia adesso il consenso del 73% dei cittadini; è il risultato di un sondaggio, ma come verificarlo?

Quindi, se non vogliamo ritrovarci coinvolti nella Terza Guerra Mondiale, dobbiamo augurarci che il buon senso prevalga sulle ragioni di parte. E che i paesi europei ritrovino il senno della ragione. Tutti.

Non abbiamo bisogno di eroi ma di statisti che sanno cos’è la guerra e la ripudiano dal profondo del loro cuore.

3 pensieri su “BASTA CON QUESTA STUPIDA RETORICA DELLA GUERRA!

  1. Così si ritorna al passato come se il passato e la storia non fosse servita a nulla e non ci abbia insegnato nulla… E’ veramente vergognoso non riuscire a mediare e a far in modo che tutto torni a rasserenare le menti… Io non capirò mai !

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...