NoPax

È il momento dei NoPax. Giornalisti e politici interventisti sparano in continuazione dai loro salotti missili di parole contro tutti quelli che provano a esprimere dei dubbi sulla guerra in Ucraina.

Eppure, non si tratta di opinioni tese a negare agli ucraini il sacrosanto diritto di difendersi; no, il dubbio riguarda il modo con cui essi hanno scelto di difendersi. Non esiste solo la guerra e tutti lo sappiamo. Ci sono forme di resistenza passiva, di opposizione politica, di informazione, di pressioni internazionali e le stesse sanzioni economiche; magari occorre un po’ più di tempo, ma ci sono esempi che con queste “armi” si ottengono spesso risultati più importanti che non con i carri armati, e certamente con meno distruzione, morti, sofferenze e profughi. Poteva essere scelta una strada diversa? Certo, era una decisione che spettava agli ucraini, ma noi da che parte li abbiamo spinti?

Ma di questo, pare, non si possa parlare. Allora, il dubbio si accresce: sono gli ucraini o è la guerra a Putin che ci interessa veramente? Perché se ciò che ci interessa davvero è la guerra a Putin gli ucraini rischiano di essere vittime due volte.

4 pensieri su “NoPax

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...